VARIE

2^ PROVA PRE-MASTER DI SINGOLO   La svolgeremo mercoledì  3 aprile ore 20.45. Pregasi puntualità da cronometri bernesi o ginevrini.

CRUDO VERDETTO         Lucio Cavallaro, sempre aggiornato sulle vicende pongisticoagonistiche romane, ci ha detto che risultiamo “matematicamente retrocessi dalla D2″…azz!  Vi era ancora, tra noi, chi sperava nel miracoloso intervento del Mago Otelma. Adesso circola voce che per il dispiacere De Lorenzi voglia ritirarsi, monaco di clausura, sul Monte Athos.

EROI DEI NOSTRI GIORNI          Caretti e Granieri si sono iscritti ai Campionati Regionali 6^ ctg, in singolo e in doppio (specialità in cui eccellono e quindi compaiono anche nel ranking di Hong Kong). Qualcuno – ehm – sussurra che meglio farebbero ad allenarsi duramente e correttamente prima di competere…ma a loro je ppiace de ppiù fa’ li ttornei!

OTIUM               La poliedrica associazione Otium Club, creata e diretta con gagliardìa dall’avv. Carla Montani, è  venuta con 6 membri, 5 donne e un uomo, a fare un “primo allenamentino”. Forse svolgeremo, a giugno, un torneo Otium 1^ ed.

LUTTO: ADDIO, CARO UTO-ATO.           Il simpatico, estroso Mario Marenco, famoso comico della banda Arbore nonché architetto-designer, ci ha lasciato a 85 anni. Giocò parecchio a pingpong 20 e passa anni fa; certo non era un gran campione, ma la sua amabilità faceva passare in secondo piano le carenze tecniche.

CAMPIONATI E PRE-MASTER

D2: BATOSTA               Si stava 5 a 0 per gli avversari cioè il club di p.za Vescovio, al che De Lorenzi ha portato il nostro unico punticino…Caretti e cap. Iannuzzi son rimasti a bocca asciutta.   Se ci fosse stato Ryan (è  infortunato: lesione al muscolo gastrocnemio, vulgo gemelli del polpaccio procuratasi mentre giocava col mitico Tafuro) avremmo probabilmente pareggiato. Ma ormai per questa stagione “it’s all over now”, come cantava Bob Dylan…

D3: VALOROSI MA SOCCOMBENTI                Non è bastata, in trasferta, la doppietta di un ottimo Granieri vincitore anche sul quotato Abbruzzese, a darci soddisfazione; infatti è finita 2 a 4 per il Monterotondo, con Raffaelli e cap.Viceré (una tirata d’orecchi: nel primo match stava avanti 7 a 5 alla 5^…o Giorgio, negli ultimi punti bisogna vendere carissima la pellaccia, guai a mollare!) a secco. Esordio per Ceravolo che però non è stato utilizzato; per cui nessuno osi negare che ha finito senza sconfitte!

DOPPIO PRE-MASTER, 2^ QUALIFICAZIONE DI 4               Prudenzialmente – avendo visto che lunedì ggioca ‘a màgggica Roma, o meglio essendone stati avvisati da Viceré tifoso come altri/e del ns clèbbe – il già posticipato doppio viene ulteriormente spostato a MER 13 ORE 2O.45. Ubi maior, pingpong cessat…certo che ‘sta fissazione pel calcio, Roma, Lazio o Corviale Football che sia, è una iattura.

VARIE

DEBACLE DELLE NOSTRE CONTRO LI ÒMINI                Dopo che qualche settimana fa avevano pareggiato contro le calciatrici, le nostre giocatrici si son prese ‘na sveja dai tennisti del circolo tennis Parioli. Costoro, capitanati dal simpatico Meneschincheri, ci hanno rifilato un inequivocabile 7 a 2. I tennisti hanno tecnica pongistica certo peggiore delle nostre, ma hanno mostrato più grinta e self-confidence e così le han fatte fuori.  Entrambi i nostri punti, che ci hanno un po’ ma mica tanto salvato l’onore, li ha conquistati la lodevole, combattiva Carla Melpignano. Le altre tre, sempre sconfitte, hanno pagato una cospicua tangente pur di restare nell’anonimato.
RESILIENZA INNANZITUTTO!                    Ma la batosta subita conrro i tennisti pariolini andrà  superata dalle nostre attraverso una futura prestazione ben migliore! Ad aprile ce la vedremo con una squadra femminile di donne dilettanti ma – udite udite – cinesi, portate dall’amico Marco Wong nel cui magazzino-deposito di Tor de’ Schiavi facemmo un’epica sfida ormai parecchio tempo fa. A questo punto le nostre se devono alenà seriamente soprattutto in esecuz/ricez servizi e topspin!
INCIDENTE A WIJERATNE                  Il nostro n° 1 Ryan Wijeratne, giocando contro Tafuro che d’ora in poi verrà quindi denominato “lo stroncatitolari”, si è prodotto una contrattura o forse uno strappo a un polpaccio che lo ha azzoppato; il medico gli ha prescritto 10 gg di stop per cui alla prossima di D3 non ci potrà essere.
DOPPIO                 Occhio che la 2a prova pre-Master, in un primo momento programmata per il 6, sarà invece svolta lunedì 11.

CAMPIONATI E SFIDE

D2: PUZZA DI RETROCESSIONE               Occorrerebbe un miracolo tipo Mosè che divide il Mar Rosso o la moltiplicazione non di pani e pesci ma dei punti e dei topspin…allora magari raggiungeremmo e supereremmo la terzultima, salvandoci in extremis.  Ma allo stato attuale – e tra l’altro ai miracoli, ohinoi, nun ce credemo – 99,9% verremo retrocessi;  e non è che non ce lo meritiamo. Infatti anche in data 23, in casa contro Bankitalia, ci siamo mangiati due occasioni col conte Iannuzzi che stava un set e 10:8 avanti e con De Lorenzi addirittura vincitore dei primi due set nel suo secondo incontro dopo aver dato via malamente anche il primo. E così ancora una volta, purtroppo, è  andata sprecata la solita doppietta di Wijeratne (che, pur giocando sotto tono, ha una marcia in più e di riffa o di raffa la sfanga lo stesso), nemmeno è bastata a darci il pareggio: 2 a 4 sotto, come in varie altre partite.

D3: VITTORIA CON BUONA PROVA D’INSIEME                    Contro il team di p.za Verbano, autoironicamente denominato “Maccheroni”, che all’andata ci aveva nettamente suonato, al ritorno in casa nostra abbiam vinto 4 a 2 con un buon punto a testa di Granieri e Raffaelli e soprattutto due di cap. Viceré venuto a giocare con 38 di febbre eppure lucido e volitivo: bravo Giorgio!  Gli avversari erano piuttosto validi per una serie D3 e quindi, paragonando quanto abbiamo appena fatto a quanto combinato all’andata, si nota un chiaro miglioramento.

2^ PROVA DI DOPPIO PRE-MASTER.    La svolgeremo il primo mercoledì di marzo, cioè il 6, ore 2045. Puntualità please.

ULTERIORI SFIDE FEMMINILI          Dopo avere incrociato le racchette e pareggiato colle calciatrici (ma va detto che davamo loro 2 avanti a set che divenivano 3 qualora avessero perso il 1° set; su 11 è vantaggio mica da niente!), nelle prossime settimane, cioè tra marzo e aprile, sfideremo gli uomini tennisti (organizzazione affidata alla Cassone) e le profsse di ginnastica (non quelle che già battemmo l’anno scorso, altre; organizzazione affidata a Viceré). Ai signori tennisti non daremo vantaggio poiché  a volte ve ne sono che a pingpong ci san fare; invece le meno smaliziate profsse partiranno con ben 3 punti di vantaggio!

VARIE

SFIDA FEMMINILE IN PAREGGIO.              Con 2 punti in singolo di Ilaria Belardinelli, altri 2 di Mariannna Cassone  e vittoria in doppio di Silvia Battaglia/Cassone, contro le agguerrite calciatrici (Albanese autrice di 3 punti su 3, Capparelli, Strambini 1, cap. Volpi 1) l’amichevole è finita 5 pari. Va precisato che le nostre nei singoli hanno concesso 2 di vantaggio a set alle avversarie, atletiche ma più sfornite di tecnica pongistica; e quasi ogni incontro dei 10 disputati è risultato in tal modo molto incerto. È dunque lecito presumere che partendo da zero a zero avremmo vinto noi. Dato che in palestra vi è stato un notevole pathos, e che le avversarie si sono rivelate ragazze simpatiche, a giugno forse rifaremo la sfida invitando ad assistervi la Raggi, Zingaretti e – perchè no? – Mattarella…e vedremo come finirà!

PONGISTI “STRANI”            Già si è  detto di Koki Niwa, fortissimo nipponico con alcuni colpi, specie di block, non ortodossi eppure efficaci anche contro i mostri sacri.   Infinitamente meno quotato (è  il n° 65 delle fascia 30/40enni Usa) è tale Adam Bobrow il quale, essendo o meglio essendosi definito un “youtuber”, ha, da narcisista quale dev’essere, invaso appunto YouTube di suoi filmatini contro avversari tutt’altro che trascendentali, nei quali si vedono suoi tiri – atipici, stortignaccoli, di solito pallonetti – che, essendo carichi di effetto laterale, al rimbalzo fregano regolarmente il pollo di turno, gente che avrebbe i suoi bei problemi anche nella nostra D3.    Ma, poiché notoriamente in Italia il pingpong è  conosciuto più  o meno quanto la nobile disciplina del lancio del borotalco controvento, ecco che un paio di quotidiani nazionali, invece che occuparsi ancora una volta di CR7 o di Valentino Rossi, sparano cazzatone dipingendo Bobrow come una specie di Fan Zhendong (e, naturalmente, ignorando da sempre quest’ultimo, Xu Xin, Ma Long, Boll, Samsonov, Ovtcharov&C e cioè “quelli veri”, che non si fanno video-selfie su YouTube eppure a un Bobrow darebbero cappotto giocando coll’altra mano).  Ma non vi è  da meravigliarsi, poiché  ben si sa che la madre degli ignoranti, degli incompetenti, dei quaquaraquà è sempre incinta.   A noi non resta che inghiottire amaro circa tutto ciò  ed augurarci che Caretti maniaco – lo sanno anche i muri – del lob, il Conte (che già include nel suo bagaglio tecnico il rinomato colpo scrotale da lui stesso inventato) o altri nostri eroi evitino di imitare le bobrowate che son solo elementari bravate.

AMARE SCONFITTE

D2: ALTRO 2/4.             In questa annata di D2 abbiamo un concreto Ryan Wijeratne che spesso fa 2 su 2, come in questo caso contro l’AS Roma TT, e dietro, troppo spesso, un desolante vuoto…infatti Caretti, De Lorenzi (anche stavolta 2 partite tirate e alfine perse) e cap. Iannuzzi si arrabattano, soffrono, sudano ma a vincere sono gli avversari!  È una questione sia tecnica che psicologica…e guarirla non pare facile.

D3: HAN COPIATO LA D2…             In casa come i “fratelli maggiori”, anche i nostri di D3 hanno perso 2/4, con un punto a testa di Granieri e cap. Viceré  e zero di Raffaelli…qui la questione è soprattutto che devono costruirsi un gioco più corretto, più efficace acquisendo ex novo i fondamentali mancanti che essi sanno perfettamente quali siano.

SFIDONA FEMMINILE               Lunedì sera affronteremo una rappresentativa della Roma Calcio donne.  Nel famoso torneo CR Conad hanno mostrato di essere bravette…ci auguriamo comunque un successo delle nostre perché altrimenti il presidente Freddiani, già incacchiato per le defaillances dei nostri team maschili, se gli gira potrebbe mettere all’asta la squadra-(cresciutelle)-girls!  Già si vocifera dell’interesse al dispendioso acquisto da parte di De Laurentiis, Moratti e un emiro arabo.

VARIE

D2 ALL’OSTIENSE: ALTRO K.O.              Non sono bastate le 2 vittorie di Ryan Wijeratne contro i quotati avversari de “L’Isola”…Caretti e cap. Iannuzzi le hanno buscate piuttosto nettamente, mentre “l’ago della bilancia”, purtroppo a sfavore nostro, è stato De Lorenzi il quale – pur lottando, dato che è andato 2 volte al V° set – non ha sgraffignato manco uno “scalp”.  In qualcuna delle giornate che mancano alla fine, 6, alle auspicabili ulteriori doppiette del n° 1 Ryan gli altri si spera che, spremendosi come limoni, gli mettano vicino altre 2 vittorie sì da fare 4 e darci così il primo successo globale della stagione.   Occhio ragazzi, la retrocessione è lì che vi aspetta subdola…ma voi cercate di evitarla!
D3: PRIMA VITTORIA!           Granieri e cap. Viceré entrambi in gran giornata,  con 2 eloquenti “treazzeri” pro capite, han fatto vincere la nostra squadra in trasferta a Montefiascone. Bravi!  Speriamo che la serie positiva continui.
CIAO, CARO MACISTE!              Lunedì, di passaggio a Roma, è  venuto in palestra il nostro vicepresidente ormai “sardegnizzato” Maurizio Barsacchi un tempo soprannominato Maciste o anche Er Puma, gran campione anni 60 e primi 70, probabilmente il miglior pongista romano di sempre a parte Giontella.  Si è portato dietro una racchetta comprata per l’occasione perché aveva perso la sua. Le primavere sono ormai quasi 76 e gli anni che non giocava circa 15…ma dopo qualche minuto di “orientamento” ha sfoderato qualche bel colpaccio. Peccato che da lustri abiti in una cittadina costiera presso Olbia (perché gli piace il mare ed è un provetto sub), altrimenti con un po’ di allenamento ne metterebbe sotto ancora parecchi. Speriamo di riaverlo con noi non troppo a lungo termine; e che nel frattempo in Sardegna si diverta a fare le immersioni.

VARIE

D2 E D3.         I nostri “agonisti federali” sabato giocheranno in trasferta: quelli della D2 non lontano cioè all’Ostiense nella 1a di ritorno, mentre la  D3, ancora al girone di andata, andrà laddove sulle mappe sta scritto “hic sunt leones” cioè nientemeno che in Tuscia, nella remota Montefiascone. Ai rispettivi capitani Iannuzzi e Vicerè l’arduo compito di condurre i nostri alla vittoria!
I TORNEI-LAMPO.            Durante la stagione svolgiamo, oltre a quelli per il Master, innumerevoli torneini con vantaggi che hanno una sicura funzione allenante e migliorativa per i principianti ma “temprano” anche i più bravi dovendo essi “spremersi” in stressanti rimonte.  Da lun scorso abbiamo iniziato a segnarci i risultati perché a fine stagione, oltre ai riconoscimenti per il suddetto Master, vi sarà un premio anche per chi avrà conseguito il miglior punteggio in queste garette (calcoleremo la somma di ben 7 prove!). E dal computo finalizzato al premio verranno esclusi sia i 2 finalisti del futuro Master di singolo sia i 2 vincitori del doppio, per cui aggiudicarselo sarà più facile!
AMICHEVOLE CALCIATRICI         La giocatrice nonché p.r. del ns settore-donne Marianna Cassone ha stabilito, di concerto con Iole Volpi capa della Roma Calcio,  un’amichevole da noi per lun 18. Coraggiosamente le nostre, poiché nel pingpong sono ovviamente più preparate, concederanno 2 di vantaggio ad ogni set alle emule di Maradona! I bookmakers di Londra già si chiedono come finirà…
TEATRO E PINGPONG          Alessio Sardelli, fiorentino cl ’56, è stato uno dei più importanti giocatori anni ’70; assieme a chi scrive vinse due scudetti di campione d’Italia, il doppio assoluto ’74 e la serie A ’75. Da molti anni ormai si è trasformato in attore professionista, soprattutto teatrale.  In tale veste venerdì, sabato e donenica prossimi sarà al Teatro di Documenti di v Zabaglia 42 (zona Testaccio) con un suo spettacolo autobiografico, “Oltre la rete”, in cui il pingpong è coprotagonista. Info 349.4293294.

QUALIFICAZIONE

1^ PROVA PRE-MASTER DI SINGOLO                   La prima delle 4 qualificazioni al Master di giugno è  andata a MASSIMO DE LORENZI (a lui 10 punti) che in finalissima ha prevalso, dopo aspra lotta, su Marco Granieri, 8 pp.   Seguono Caretti a 6, Wijeratne a 5, la Battaglia, la Cassone, Ceravolo e Viceré a 3 e Raffaelli a 2.  La prossima prova si svolgerà in data da destinarsi, circa a fine febbraio. Ricordiamo che, svolte le 4 prove, verranno sommati i migliori 2 punteggi parziali  di ciascuno (e verrà  tenuto conto anche dell’unico punteggio di chi appunto avrà giocato una sola prova) e i primi 8 verranno ammessi al Master.

VARIE

1^ QUALIFICAZIONE MASTER DI DOPPIO       Sostanziale equilibrio di valori in campo, e quindi lotte all’ultimo sangue, grazie al sistema-vantaggi. Hanno comunque prevalso, ma sudando le proverbiali sette camicie, i favoriti CARETTI e GRANIERI (10 punti a testa validi per il ranking pre-Master che prenderà  corpo lungo 4 prove: le migliori 2 verranno conteggiate per ogni partecipante e gli 8 col punteggio più alto disputeranno appunto il Master).  I suddetti, con 2 partite vinte e 7 set vinti contro 6 persi, han fatto un peluzzo meglio della CASSONE e di VICERÉ (8 pp a testa con 2 vinte e 6v/6p).  Seguono la BATTAGLIA e DE LORENZI (6 pp, 1 vinta, 6v/6p) e CERAVOLO/WIJERATNE (5 pp, 1 vinta, 7v/8p). Alla gara sono risultati assenti, causa lavoro o malattia, alcuni immensi specialisti del doppio a partire dal conte Iannuzzi, in passato plurivincitore del Master ma ieri – ohilui – afflitto da febbre da cavallo.

1^ QUALIFICAZIONE MASTER DI SINGOLO          La si giocherà  lunedì prossimo 28 gennaio.

D2 E D3             Riprenderanno il secondo weekend di febbraio.  Mentre quelli della nostra D3 avranno il ben più  leggero obiettivo/dovere di fare dignitosa figura, quelli della D2 saranno costretti a vedersela con lo stressante spauracchio della retrocessione e dovran giocare molto bene (e tutti e 3 nella stessa giornata, non una volta uno e l’altra l’altro! ) per salvarsi…speramobbene, ahò.

IL RITORNO DEL GUERRIERO           È  previsto a giorni (sono stati allertati Mattarella, Conte e la Raggi) l’arrivo a Roma, dopo un paio d’anni d’assenza, del nostro glorioso vicepresidente Maurizio Barsacchi il quale attorno al 2005, pensionatosi da assicuratore e amando il mare, si trasferì in un paesino della Sardegna dove sembra di stare alle Maldive.  Per l’imminente occasione romana egli, non trovando più quella vecchia, ha ordinato una nuova teribbbile racchetta con 2 puntinate il cui collaudo è  previsto da noi!  Vedremo dunque chi riuscirà  ad impegnare se non a battere il leggermente arrugginito gladiatore finalista agli Assoluti 1967, azzurro ai Mondiali 1969 e ritenuto il miglior rovescio italiano di fine anni 60, che non ha più  giocato da ben oltre 10 anni dato che nell’isola frequenta solo pescatori, pastori e qualche gangster-sequestratore.