VARIE

SPAREGGIO D3                      Abbiamo svolto i previsti combattuti spareggi per la 1a di serie D3 contro il Comune di Roma che SI SVOLGERÀ SABATO PROSSIMO ORE 17 DA NOI e non – come in precedenza annunciato dal Comitato regionale Fitet – domenica 19 a v Palestro. Partono titolari Arnaldi (cap nonchè vincitore degli spareggi), Napoleoni e Raffaelli; 4° uomo Caretti.

LUN 13: I NON CALCIOMANI GIOCANO!                       Alcuni dei nostri, irriducibili tifosi dell’Italia footballistica, han detto che, dato che in tv c’è il retour-match di Ita/Sve dopo la recentissima figuraccia, lunedì non verranno. Altri invece, e ne siamo lieti, preferiranno venì a gggiocà a pinghepònghe. Quanto al sottoscritto, la cui ultima partita vista per intero fu – giusto qualche settimana fa – la leggendaria “Ita/Ger 4 a 3” del 1970, con successivo crollo di interesse per il calcio allorchè nel marzo ’80 vari illustri azzurri finirono “ar gàbbio” perchè si vendevano le partite (vizio da cui sembrerebbero affetti anche alcuni pedatori odierni…), egli del dio pallone se ne sbatte tuttora; comunque gli piacerebbe che i pongisti della Asd Pingpong Mun XV fossero pragmatici come Nobby Stiles, reputato il difensore più tenace di ogni tempo…ma basterebbe, stra-avanzerebbe che emulassero il laconico friulano Tarcisio Burgnich! E invece regalano, sprecano, si confondono, si incasinano da soli, sbàjano rigggòri, urlàcchiano…poverinnoi.

LUN 13: DOPPIO POSTICIPATO               Sempre per il motivo di cui sopra la 1a qualificazione al Master di doppio (Master che si svolgerà a giugno) viene spostata a lunedì 20 novembre.  (E lunedì 27 svolgeremo la 1a prova propedeutica al Master di singolo).

TOPPE               Parliamo di “vere toppe, rappezzamenti”, non di tòppe abbreviazione di toppespìnne come dicono qui nella Città Eterna: anche i meno svegli di voi si saranno accorti che da un paio di giorni sono stati messi a posto, dopo anni, quei due sbreghi nel linoleum in mezzo alla palestra così pericolosi per le caviglie…ora trattiamole bene, tali toppe!

D3 E INFORTUNIO

D3: SI PARTE!             Il Comitato Regionale ha pubblicato gironi e calendari della D3.  I gironi sono 8, quindi arrivano fino all’H e noi siamo nell’F assieme a 1)Comune di Roma B, 2)AS TT Roma, 3)Isola Dragoni Blu e 4)Eureka-Argoli.   Girone a 5, quindi: tutto può essere visionato andando su Fitet-Lazio-Campionati-D3.   Per noi PRIMA GIORNATA IN TRASFERTA A V.PALESTRO 38 (A DUE PASSI DA TERMINI) DOMENICA 19 ORE 10.30, CONTRO IL COMUNE DI ROMA B. Il fatto che sia “B” ci conforta perchè – ehm – non dovrebbe essere la loro prima squadra, e perciò forse sono abbordabili…  Il veterano Raffaelli, troppo spesso fuori Roma per lavoro, ha lasciato ad Arnaldi onore e onere di fare il capitano; perciò quest’ultimo si informi bene p.e. da Iannuzzi o anche da Cesareo circa la minima eppur indispensabile burocrazia che va svolta con precisione subito prima e subito dopo ogni match quando si gioca in casa.  COME GIÀ ANNUNCIATO, PER STABILIRE CHI GIOCA LA 1A DI CAMPIONATO FAREMO ONESTO E MERITOCRATICO SPAREGGIO SAB 11 ORE 16 TRA I 6 LEGGENDARI GLADIATORI DELLA ROSA.

INCIDENTONE ALLA DE SETA                 Banalmente inciampata a casa, Claudia si è poi ritrovata la gamba in gesso…ne avrà per 3 o 4 settimane. Essa va quindi ad aggiungersi ai grandi campioni infortunati, dal ginnasta Franco Menichelli alle Olimpiadi ’68 a “Rombo di Tuono” Gigi Riva, per non dire dell’accoltellamento alla tennista Seles!   Frattanto a Colleferro tirano un sospiro di sollievo in vista dell’amichevole del 19 cui Claudia non potrà partecipare: infatti già era giunta fino a quelle remote lande l’eco dei suoi enormi progressi e delle conseguenti prodezze.   A parte gli scherzi: auguri, cara Claudia, ti attendiamo in palestra!

 

VARIE

1° NOVEMBRE: OHIBÒ, SI GIUOCA!                       Anche per Ognissanti il nostro fervente spirito pongistico, addirittura superiore a quello di Mao che esortò gli assi del “suo”  team cinese “a tirare sulla pallina come se fosse la testa dei capitalisti”, non si adagia, non si cheta…e quindi brandiremo anche il 1° novembre il fido nero-rosso attrezzo cercando di produrre virtuosismi degni delle migliori abbatellate del Profumatissimo che ben conosciamo (su quelle che escono, e sono ancora troppe, troppissime, innumerevoli, dato che si avvicina il Santo Natale stendiamo un velo pietoso…ma se je entra so’ddddolori, ahò!).

SPAREGGI DONNE PRE-COLLEFERRO                        Ci siamo accordati coll’amico De Luca di Colleferro, capo di un club tra i più noti della regione, per effettuare, domenica 19 novembre pomeriggio in trasferta da lui, un’amichevole femminile. Ci andremo con tutte le nostre giocatrici che si sperimenteranno in un torneo; ma per definire le 2 o le 3 (a seconda di ciò che deciderà De Luca, cioè se fare Courbillon o Swaythling) che ci rappresenteranno nel match-clou che aprirà il confronto, il mercoledì precedente ore 20.45 a v Morro svolgeremo un estenuante, cruento, belluino spareggio cui sono convocate Arnaldi, Battaglia, Calzolari, Cassone, De Seta e, last but not least, la cap. Melpignano.

SPAREGGIO UOMINI PRE-D3                   Il 18/19 novembre, anche se il Comitato regionale del Lazio non ha ancora  pubblicato il calendario (pare soltanto, esaminando il sito, che vi saranno 7 gironi, dal A al G), sembra inizi la D3…e onde stabilire chi di noi giocherà la 1a giornata non esiste, a nostro avviso, metodo più meritocratico e leale di un bello spareggio che disputeremo il sabato precedente, 11 novembre.  In passato vi fu chi, ovviamente perchè aveva perso lo spareggio ed altrettanto ovviamente perchè immaturo sebbene in età da pensione, si infuriò…ma ci si augura che “i magnifici 6” (manca solo Yul Brynner) di questo 2017/8 siano uomini meritocratici e dalle spalle quadrate. Dalla 2a giornata in poi, invece, sarà il Selezionatore a decidere chi giocherà, in una duplice ottica che premi chi vince di più e – importante anche questo – conceda a ciascuno almeno qualche occasione, magari come quarto uomo, di sperimentazione agonistica. Certo è, comunque, che coloro i quali si dimostreranno incalliti match-losers ne giocheranno mica tante…per cui il miglior consiglio è “allenatevi con tenacia e intelligenza”. Avete un sacco e mezzo da salire, se davvero volete.

VARIE

FEMMINICIDIO                Un’efferata strage pongistica si è consumata sabato pomeriggio a v Morro:  in una sfida-test tra 3 nostre donne della ri-costituenda squadra femminile, Silvia Battaglia, Ilaria Calzolari e Carla Melpignano contro altrettanti maschi del nostro team di D3 cioè Niccolò Arnaldi, Roberto Caretti e Claudio Napoleoni, il risultato è stato impietoso, severissimo: 0 a 9 per gli uomini.  Incredìbbbbbile, ahò; chi scrive, e ha visto la tragedia coi suoi occhialuti occhi, avrebbe scommesso mille euro contro cento che, delle 9 partite (formula Swaythling  completa, come si usava anche in Serie A nonchè ai Mondiali), almeno una o due se non di più dato che le signore si beccavano 5 a 0 di vantaggio su 11 che salivano a 6 in caso di sconfitta al 1° set, esse le avrebbero vinte!  E invece tutte e 9 le volte sono sì andate in bella, in un paio di casi hanno addirittura avuto uno o più match-ball…ma alla fine della fiera ci hanno sempre rimesso le penne il che – ohiloro – denota una carenza imperdonàbbbbile, ahò: scarsa volitività nei punti-chiave!  Un rinomato tecnico cinese che passava di là per visionare le innovazioni tecniche di Gonella e Iannuzzi onde vendersele nella Repubblica Popolare ha subito detto che “essele squadla di giocatlici-mozzalelle”.  Ma le nostre eroine-cocaine-marijuane non si sono perse d’animo: ad esempio la Melpignano si è subito stoicamente sottoposta a doppio allenamento con Amadou e ciò va a suo merito.   La rivincita donne-uomini è prevista ner 2018…certo in cuor loro le donne meditano vendetta-tremenda-vendetta e, essendo alle prime armi, se si allenano con dedizione hanno un tetto di miglioramento assai alto sulle loro teste…la stampa internaz.le, compresa quella della sperduta isola Macquarie, è quindi ansiosissima di vedere come finirà il 2° round!

QUADRATEZZA AGONISTICA                 Essendosi ormai visto che nel girone C  di D2 la Fred Perry rischia di fare la fine dell’unico vaso di coccio tra vasi di ferro, e che nel D la Hasegawa senza Cameo appare “groggy”, sfiduciata nel continuare ad ambire all’agognata quantunque difficile promozione, va ricordato a tutti un piccolo-grande particolare “che può fare la differenza”; eccolo.   Eccettuati i treazzeri che a volte buscate da giocatori nettamente superiori o quelli che rifilate voi ad avversari-pippa, nelle vostre altre partite, quelle coi set da 11-8 e oltre che magari finiscono ai vantaggi della V^, tutti voi – chi più chi meno – spesso perdete “perchè ancora non avete imparato a spremervi come spugne nei punti-chiave”.   Non si tratta di fare grossolani urlacci di autoesaltazione o di imprecare dentro di voi o tramite parolacce borbottate; no, anzi, tutt’altro…si tratta invece di vendere – freddamente – al meglio la pellaccia dell’orso eliminando certe orride ca**ate, spreconerie in cui incorrete – di frequente, ammettetelo – nei momenti topici dei match. Su ragazzi, date retta, fidatevi: state calmi, respirate, se serve prendete quei 10 secondi magari asciugandovi…ma siate concreti, grintosi, non regalate, giocate con lucidità assassina i punti, divenite più vittoriosi!  Tutti voi, nessuno escluso, farete un passetto o addirittura un gran balzo in avanti nel caso vi riesca di auto-gestirvi così; e automaticamente, ca va sans dire, vincerete di più.

IN BOCCA AL LUPO, CLAUDIO

HASEGAWA: ADDIO SOGNI DI GLORIA              Se anche con Cameo in squadra nonchè in forma venir promossi dalla D2 alla D1 sarebbe stata impresa assai ardua, senza di lui rimane non più dello 0,01% di speranza, che notoriamente è l’ultima a morire…  Il capitano e n° 1 della Hasegawa, già inattivo da giorni, verrà infatti operato alla schiena, causa 2 discopatie, il 25 prossimo e poi starà fuori almeno un paio di mesi.   Speriamo che, dopo l’intervento, il recupero di Claudio sia ottimale come quello di Iannuzzi, pure lui operato alla schiena ma per un motivo più grave, lo scorso anno.

1° TORNEO PROPEDEUTICO (=QUALIFICAZIONE) AL MASTER DI DOPPIO            Anche quest’anno faremo 3 qualificazioni al Master di singolo e altrettante a quello di doppio, e poi calcoleremo le 2 miglori prove di ciascuno/a.  La prima qualificazione sarà di doppio, precisamente LUNEDÌ 13 NOVEMBRE ore 20.45.

D2 E VARIE

D2 – FRED PERRY: ANCORA BATTUTI  1 A 5                 Sono tutte e 3 le giornate, dacchè è iniziato il campionato federale, che la Fred Perry agguanta il primo punto (stavolta, contro il Casalpalocco a casa nostra, grazie ad Amabile come all’esordio) e poi calano tutti miseramente le braghe con catastrofico esito finale (1 a 5 a nostro sfavore)! Dopo il buon “3 set a 1 per noi” del mancino topspinner originario di Viareggio, sono stati 5 “treazzeri”, e anche netti, per i validi avversari, 2 e 2 ai danni del profumatissimo Abbatelli e di cap. Iannuzzi e uno di Amabile stesso.  Se continuano su questo stonato pentagramma i nostri eroi son messi male assai…

D2 – HASEGAWA: ALTRO PAREGGIO…                Nella tana dei Dragoni di Acilia, e privi di cap. Cameo che probabilmente deve operarsi di ernia del disco (i 2 punti imprevedibilmente da lui persi la volta scorsa potrebbero essere dovuti a questo…), Cesareo, Massaro e Schiraldi ne hanno vinta e persa una a testa e perciò è finita 3 a 3.   Certo è che i problemi di salute di Cameo, cioè proprio di colui il quale nel corso del girone avrebbe dovuto collezionare più vittorie, ci costringono, purtroppo, a ridimensionare di parecchio le nostre ambizioni.

SQUADRA FEMMINILE               Dopo anni di oblìo è’ forse giunto, per il nostro clubino, il momento propizio per la ricostruzione di un decente team femminile.  Siamo a 4, forse 5 giocatrici tutte adulte – notoriamente non possiediamo nè vogliamo vivaio maschile nè femminile – e, quantunque alle prime armi, grintose e desiderose di migliorare. Contrariamente a ciò che credono certi tontoloni, a pingpong si può diventare forti, o – meglio – abbastanza forti, anche se non si è più ragazzi/e.  A settimane inizieremo a sfidare in amichevoli altre compagini meramente dilettantistiche, in casa e fuori.

CHE PALLE!                 Il nostro neo-adepto Arnaldi, facente parte fin da subito della D3 dato che è bravetto, è anche volonteroso e perciò si voleva procurare delle buone palline, di quelle ultimo-tipo (ancora non ci hanno ben spiegato, a livello di verità o furbesche fandonie, il reale motivo di questo cambio da celluloide a plastica che ha scontentato, pare, i giocatori dell’intero pianeta). Al che, credendo di risparmiare, le ha comprate online…al modico prezzo di 5/cinque euro a palla!! Peggio del solito malcapitato turista nipponico che compra da un baracchino davanti al Colosseo, e a Ferragosto, una bottiglietta d’acqua.  Chi ha bisogno di palline si rivolga a Cesareo che sa dove ottenerle a prezzo equo, un euro o poco più.

PALESTRA CONFERMATA

IL MUN. XV CI HA CONFERMATO LA PALESTRA                 Sono uscite le graduatorie definitive: e noi, per tutto il 2017/8 (poi presumibilmente vi sarà un altro bando non si sa se solo annuale come questo oppure pluriennale come in passato) RIMANIAMO A V. MORRO REATINO, STESSI GG, STESSI ORARI.  Siamo lieti perchè, dato che stavamo nella parte bassa della classifica (vi sono squadre di volley, basket, arti marziali etc che svolgono un grosso volume di attività, anche giovanile e per disabili, e che quindi hanno più punteggio), temevamo, come avvenne l’anno scorso (ma poi il Mun XV optò per la proroga dello status quo…), che qualche altra società “più dotata di punti” ci estromettesse. Ora eventuali squadre insoddisfatte possono solo fare ricorso al TAR, ma è improbabile che ciò avvenga.

CINA?                  L’amico Marco Wong, esperto e stimato imprenditore nonchè leader della comunità cinese a Roma, nel cui mega-magazzino a Tor de’Schiavi in luglio abbiamo svolto un indimenticàbbbbile torneo di doppio magistralmente vinto da Cesareo-Cutruzzulà che da allora sono popolarissimi sia a Pechino che a Shangai, ci ha fatto una proposta atipica quanto interessante: lui, con un’agenzia viaggi specializzata, organizzerebbe, per una nostra comitiva, un viaggio in Cina “a forte componente pongistica”. Sarebbe invero esaltante vedere Massaro battere Wang Liqin o anche Gonella perdere ai vantaggi della V^ contro Ma Long… Il periodo potrebbe essere la prossima estate…parliamone!

ALTI E BASSI, ANZI BASSI E ALTI

D2 FRED PERRY: SECONDA SCONFITTA                   Come alla giornata di apertura della serie D2 2017/8, anche stavolta, in trasferta contro Bankitalia, abbiamo sgraffignato il primo punto (con cap. Iannuzzi; una settimana fa l’aveva preso Amabile che qui non ha giocato) e poi…buio totale e quindi 1 a 5 per “il nemico”.  Ok, Abbatelli ha fatto un 5° set e Gonella un 4°…ma ovviamente non basta!  Auguriamo ai “fredperriani” un cospicuo aumento di grinta: basterebbe che ne avessero un decimo, un ventesimo del fighting spirit di colui che dà il nome al loro team, Fred Perry, nel 1929 campione del mondo di pingpong e poi, trasformatosi in tennista, vincitore di 3 Wimbledon e 3 US Open!  Ispirandosi a un gigante come lui i nostri riusciranno a rimanere in D2; altrimenti, saranno ulteriori delusioni.

D2 HASEGAWA: SOFFERTO 3 A 3: UN “QUASI VITTORIA”                E dire che stavamo 3 a 1 per noi…Questi del Cral Comune di Roma erano esperti, tenaci, anche i nostri lo sono, ed è quindi nato un super-match, tesissimo, con ben 20  dei 26 set finiti a 8, a 9 o ai vantaggi (forse un record mondiale!).  Eroe della tenzone, per noi, Max Schiraldi, 2 punti su 2 di grinta e concretezza..ma “il ragazzo” (è ultraquarantenne) giuriamo che non ha ancora toccato il suo tetto tecnicotattico e perciò può ancora contare su margini di miglioramento agonistico. Abbastanza bene Cesareo, subito vincente sul quotato Riccardi; però nel suo 2° incontro, ohinoi, da 2 set a 0 per lui si è lasciato rimontare nei successivi 3 e ha perso…ed era decisivo o per la nostra vittoria o appunto per il pareggio! Infine, giornata nera, storta, la sua peggiore per il ns n° 1, cap. Cameo dal quale, cazspita, ci si attendevano 2 punti sicuri… a memoria d’uomo, e anche risalendo all’epoca assiro-babilonese, non si ricorda un’altra sua partita di campionato in cui abbia totalizzato zero!  Bè, il campionato è ancora lungo…staremo a vedere come si mette e i primi pronostici su “promozione sì, promozione no” li faremo nel ’18.

D3: UN TEAM CHE ATTERRISCE ESTREMO ORIENTE E DINTORNI               Dopo i soilti voltagabbaneschi “sì-vengo-no-non-vengo” di alcuni mica tanto affidabili pongisti cui, dopo 19 anni di gestione della squadretta, un po’ abbiam fatto il callo, ecco dunque, in anteprima planetaria, certi che compariranno in prima pagina del New York Times, nomi e pure cognomi dei 6 gladiatori che altissimo terràn il vessillo der nostro clèbbe in D3: in rigoroso ordine alfabetico, Niccolò Arnaldi, Roberto Caretti, Andrea Dato, Igor Gigli, Claudio Napoleoni e, dulcis in fundo, Luca Raffaelli.  Dunque 4 presenti anche l’anno scorso e 2, Arnaldi e Napoleoni, nuovi.  Fonti attendibili – cioè Cavallaro, che si spulcia tutti gli avvisi del Comitato Regionale – ci dicono che la 1a giornata sarà il 18/19 novembre…speramobbène, ahò!  (Caretti l’hanno visto inginocchiato nella chiesa di La Storta che accendeva un cero).

TEAM FEMMINILE IN (RI)COSTRUZIONE                  Non ci prefiggiamo di ripetere i fasti di circa 10 anni fa allorchè, con Catola, de Petris, Martino e soprattutto Piccini, vincemmo per 3 anni di fila il campionato femminile del Lazio…adesso il nostro solo e modesto obiettivo è di avere un vispo gruppetto di giocatrici che ogni tanto disputerà, in casa e fuori (addirittura qualche km fuori dal G.r.a., ahò!), amichevoli contro altre assolute dilettanti. Per ora il neo-team, capitanato da Carlamaria Melpignano già mitica vincitrice del 1° Torneo Fondazione Marisa Bellisario dell’aprile scorso, comprende 4 giocatrici…ma speriamo di arrivare almeno a 8! Se vi è qualche “pretendente” in giro, batta un colpo.

URGENZE

TORNEO DEI DISALLENATI: VINCE CESAREO                 Va detto che Massimo Cesareo tanto disallenato non era, poichè dispone di un suo garage attrezzato ad efficiente pingpong- micropalestra (che uno sboccato burlone ha soprannominato “Mèrdison Squèr Gàrdene”) dove egli spesso si allena per lo più col “pitone” Massaro che abita nel suo stesso palazzo…e Massimo, nonostante abbia concesso vantaggi a tutti gli avversari, si è meritatamente portato via l’ambìta targa itinerante avendo prevalso su Lucio Cavallaro che poco prima si era aggiudicato su Caretti, a pari vittorie con lui nel gironcino, lo spareggio per la finale; assordanti gli applausi delle migliaia di fans.

PROSSIME DI D2                    Nella 2a di andata la Fred Perry, girone C, giocherà domenica mattina in trasferta contro Bankitalia, mentre la Hasegawa, girone D, se la vedrà il giorno prima al pomeriggio a v Morro Reatino contro il Comune di Roma.  I rispettivi capitani Iannuzzi e Cameo sono pregati di preparare organizzativamente le partite.

D3                 Sabato (ovviamente devono venire in palestra) è il termine ultimissimo per l’iscrizione di coloro che vogliono essere in squadra di D3 2017/8. Poi, il presidente e chi scrive tireranno le conclusioni e stabiliranno se serve un “trial” come più volte facemmo in passato; ma probabilmente no.

2017/8: IL DADO E’ TRATTO!

PRIMO RITROVO IN V MORRO REATINO                  In questo confuso inizio di stagione – ancora non sappiamo se potremo restare nella palestra che affittiamo da vari anni o se dovremo “travasarci” altrove (lo sapremo solo tra parecchi giorni, dopo la pubblicazione delle graduatorie definitive e successiva scelta delle palestre da parte delle Asd con più punteggio di noi), sabato 30/9 ci siamo ritrovati per la prima giocata stagionale. Soliti colpi da paura, solite cronache entusiastiche da parte dei media dell’Estremo Oriente confluiti in gran numero.

PROSSIME GIOCATE               Lunedì e mercoledì, sempre 20.45/22.45 e sabato 15-19.

D2 GIRONE C: FRED PERRY, NETTA SCONFITTA                I nostri eroi erano partiti bene, opposti in trasferta, a Roma sud, alla King Pong in questa 1a di campionato: Amabile a forza di topspinacci aveva messo sotto il primo del Lazio dei giovanissimi, il promettente cinesino naturalizzato Li…ma poi ne hanno persa una via l’altra, anche a volte con punteggi parziali “disonorevoli”; una batosta 1 a 5 solo in parte scusabile col fatto di essere disallenati!  Infatti gli avversari non erano irresistibili e quindi un pareggio Abbatelli, il suddetto Amabile, Gonella e cap. Iannuzzi, ricorrendo a grinta ed esperienza, avrebbero anche potuto strapparlo.  Comunque rimaniamo fiduciosi, vediamola serenamente in prospettiva:  è chiaro che l’obiettivo della Fred Perry non è spaccare il mondo, bensì  soltanto salvarsi…giocando meglio, contiamo che “i quasi magnifici 4” ce la facciano!

D2 GIRONE D: HASEGAWA, PROMETTENTE ESORDIO!                 L’altro nostro team di D2, quello dedicato al nipponico campione mondiale ’67 Nobuhiko Hasegawa, ha triturato – anch’esso fuori casa – il Monterotondo, team navigato e di discreto valore, con il punteggio di 5 a 1. I nostri sono partiti sparati 4 a 0 e poi Massaro ci ha rimesso un punto, mentre hanno concluso imbattuti cap. Cameo e Cesareo.   A differenza della Fred Perry che punta alla salvezza, la Hasegawa ha le carte in regola per mirare decisamente alla promozione! speriamo che tenacia, lucidità e – last but not least – salute li assistano.

MERCOLEDÌ PRESTIGGGGIOSO TORNEO DEI DISALLENATI               Kgb e Mossad ci sussurrano che qualcuno dei nostri proprio disallenato non è (e quindi dovrà concedere mostruosi vantaggi); ad ogni modo siamo ansiosi di vedere chi si beccherà l’ambìta targa annuale itinerante prevista per il vincitore. Il torneo inizierà ore 21.15; quindi venite 2045 per scaldarvi/allenicchiarvi!

D3               Entro la settimana entrante il presidente Freddiani e chi scrive dovranno decidere chi tesserare per la serie D3, campionato parecchio più facile della D2 in cui, come avrete letto sopra, partecipiamo con 2 squadre. Invitiamo pertanto “i pretendenti” a iscriversi quanto prima. Ricorreremo, come più volte accadde in passato, ai meritocratici trials solo in caso di eccedenza di papabili.